BRIDGE - Università della Terza età
1834
page-template-default,page,page-id-1834,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.6,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
image_pdfimage_print

IL GIOCO DEL BRIDGE

Docente: G. Pavesi

Contributo:  90 euro

Perché il bridge è un sano passatempo. E’ un gioco appassionante  che può essere praticato per molte ore senza stancarsi un solo istante.
Il bridge, come tutti i giochi, ha delle regole precise, perciò va “studiato”.
E’ un gioco vivo e le situazioni che si possono presentare sono così varie che sarebbe illusorio presumere di poterle codificare in pochi articoli.
Il bridge è un gioco economico: basta un mazzo di carte e tre amici, possibilmente simpatici, per trascorrere divertenti serate.

Il bridge tiene viva la memoria.